Come aiutare i minori in difficoltà PDF E-mail

Ci possono essere circostanze dolorose per cui un minore non può più vivere nella sua famiglia

(una grave malattia, un ricovero ospedaliero, una tensione famigliare, un periodo di

carcerazione, ecc….).

Finora il ricovero in istituto è stata la soluzione più adottata ; ma gli esperti, i libri di psicologia

tutte le norme mediche e persino rubriche dei giornali continuano a dire che

personalizzate costituiscono i principi per una sana crescita nei primi anni di vita : i più

importanti.

La famiglia affidataria che accoglie il minore rimasto privo di un ambito familiare è una

famiglia affidataria.

Anche la comunità di tipo familiare e persone singole possono diventare affidatarie.

CI SONO TANTI MODI PER ESSERE AFFIDATARI

FAMIGLIE D’APPOGGIO

cure assidue e

Aprire le nostre case per alcune ore al giorno può aiutare i minori che hanno bisogno di veri amici

per sentirsi meno soli.

PRONTO SOCORSO FAMILIARE

In caso di emergenza (improvvisi ricoveri, ecc…..) spesso si ha difficoltà a sistemare per qualche

giorno i minori, quando non ci sono parenti vicino.

In questo caso l’intervento degli affidatari si limita a qualche giorno o alla durata dell’emergenza.

AFFIDO FAMILIARE

Riguarda i minori che, avendo famiglie in temporanea difficoltà, hanno bisogno di essere collocati

in altre famiglie per un periodo più o meno lungo ( in genere da più mesi a più anni).

L’AFFIDO FAMILIARE NON VA CONFUSA CON L’ADOZIONE

L’AFFIDO E’TEMPORANEO E CESSA QUANDO VIENE MENO LO STATO DI

NECESSITA’

L’OBIETTIVO DELL’AFFIDAMENTO E’ IL REINSERIMENTO DEL MINORE NELLA

FAMIGLIA DI ORIGINE

 
WebMedie
Trykkeri kontorstole Renault
seo konference CMS